www.cairoeditore.it/libri
Formato: 15x21 cm - Legatura brossura con alette - Prezzo: 15 euro
ISBN 978-88-6052-597-0

«L’idea era scolpita nella mente. Il pittore Giuseppe
Arcimboldo si era fatto pallido e tremante, quando il
forte bagliore di un lampo gli restrinse le pupille. Con
portamento incerto si ritirò al riparo nella sua casa
bottega, intrisa di colori…»
Appassionata di storia rinascimentale, Ketty Magni ripercorre l’opera del più bizzarro degli artisti italiani: gli anni giovanili e di formazione nella sua Milano dove «c’era ancora nella memoria la
grande epidemia di peste»; la fama raggiunta alla corte praghese; il ritorno nella sua città, dominata
dal fervore religioso instaurato dal cardinal Borromeo, fino alla morte misteriosa. Ma non solo. L’autrice ritrae nel romanzo l’uomo, con le sue ambizioni e le sue passioni: l’amore per donna Ludovica
Crivelli, corteggiata da tanti ma che solo a lui si concede, e la disperazione per la sua scomparsa prematura;
il recupero di Ortensia, povera trovatella che la carità del pittore riporta in società, e la sua golosa attenzione per la tavola e il cibo, pretesto per imbandire in queste pagine anche un ricettario dell’epoca.
La storia di un artista complesso eì composito come lo sono le sue famose opere. La storia di un’anima
come nessuno finora l’aveva raccontata.
arciboldo
I romanzi di Ketty Magni a sfondo storico e culinario rappresentano un genere unico e inimitabile nella narrativa italiana.
Ricchi di aneddoti e curiosità, avvicinano piacevolmente il lettore alla materia storica.
Pieni di ingredienti emotivi, esaltano i sensi, svolgono funzione terapeutica e risultano pagine da gustare.
La sua scrittura fluida come un fiume le è valsa la definizione di "scrittrice dal taglio liquido".
scritta
© 2016 - Tutti i diritti riservati